TABELLINO

Savallese Millenium Brescia – Barricalla CUS Collegno Volley 3-1

(27-25; 25-27; 25-18; 25-21)

SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Villani 15, Veglia 15, Decortes 19, Dailey 20, Guidi 5, Prandi 1, Parlangeli (L), Norgini 1. Non entrate: Angelini, Bortolot, Canton. All. Mazzola.

BARRICALLA CUS COLLEGNO VOLLEY: Morolli 1, Fiorio 12, Gobbo 10, Agostinetto 12, Schlegel 12, Pastorello 9, Lanzini (L), Brussino 5, Migliorin 2, Vokshi 1, Courroux, Poser. Non entrate: Fragonas. All.: Michele Marchiaro Vice All.: Fulvio Bonessa

ARBITRI: Marta Mesiano, Stefano Caretti

DURATA SET: 28′, 33′, 25′, 28′. Tot: 1h54′

MURI: Collegno 3, Brescia 13


La quinta giornata del girone di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 femminile sorride alla Savallese Brescia. Dopo la grande prova di forza a Cuneo il BARRICALLA CUS COLLEGNO VOLLEY è stato costretto ad un nuovo stop in campionato, pur offrendo una buona prestazione, contro un avversario particolarmente in forma in questo momento della stagione. Sugli scudi per la Savallese Dailey, Decortes, Veglia e Villani in doppia cifra, per il Barricalla 12 punti a testa per Fiorio, Agostinetto e Schlegel, che non saranno tuttavia sufficienti ai fini della vittoria finale. Prossimo turno di campionato riposo per il BARRICALLA CUS COLLEGNO VOLLEY che ritornerà in campo domenica 11 febbraio 2018 ore 17,00 nel derby contro l’LPM BAM MONDOVÌ. Per quanto riguarda la Coppa Italia invece le cussine giocheranno la semifinale in casa della Battistelli San Giovanni in Marignano, altra gara secca in programma mercoledì 7 febbraio ore 20,30.

LA CRONACA (a cura dell’ufficio stampa della SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA)

Coach Enrico Mazzola conferma la formazione titolare di Chieri con Prandi e Decortes a formare la diagonale, Dailey e Villani in posto 4, centrali Veglia e Guidi e libero Parlangeli. Le torinesi, guidate da Michele Marchiaro, rispondono con Morolli in regia, Agostinetto opposta, Fiorio e Schlegel schiacciatrici-ricettrici, Pastorello e Gobbo in posto 3, Lanzini libero.

Primo parziale molto equilibrato. Il Barricalla prova a fuggire ma Decortes impatta sul 4-4; le sabaude si riportano in vantaggio sul 5-7, la Savallese recupera, portandosi a più uno (11-10). Combattuta la parte centrale del parziale: bresciane e torinesi viaggiano a braccetto sino al 17-17 (Veglia), dopodiché la squadra di casa allunga sul 22-21. Collegno capovolge il punteggio (22-23), Dailey pareggia i conti e Villani regala il set point alla Savallese (24-23). Finale di parziale teso: Collegno con Schlegel annulla la seconda palla set. Un preciso attacco di Veglia trasforma il 26-25 ed un attacco in pipe di Agostinetto sigla il 27-25 per la Savallese.

Nel secondo parziale buona partenza per la formazione di casa. Veglia realizza il punto del 7-6, Collegno recupera e sorpassa; Mazzola ferma il tempo 9-11 ma Fiorio porta a tre le lunghezze di vantaggio (9-12). Il Barricalla allunga, Brescia esaurisce i tempi a disposizione (9-14): le bianconere si scuotono con Veglia al centro ed un muro di Decortes su Agostinetto (12-15), riaprendo il set. La Savallese gioca al centro, Prandi innesca Veglia per il 14-16, Collegno non molla, riportandosi sul 15-19 con Pastorello. Mazzola gioca la carta Norgini (al posto di Dailey): la giovane giocatrice umbra sforna l’ace del 18-19. Schlegel sigla il 19-20, la Savallese resta in scia con Veglia (20-21), pareggia con Villani (22-22) e capovolge il punteggio con Dailey (23-22). La Savallese si regala il set point con Veglia (24-23). Collegno lo annulla e si vola ai vantaggi: il finale teso sorride alle ospiti che chiudono 25-27.

Nel terzo set la Savallese parte con maggiore precisione rispetto alle avversarie: 7-5. Le leonesse mantengono due lunghezze di vantaggio e Collegno ricuce leggermente lo strappo (16-15) ma per Brescia un attacco potente di Villani rilancia le lombarde, e proprio il turno al servizio della schiacciatrice pratese spezza l’equilibrio in campo, Decortes trasforma il 20-15 e la Savallese tiene in pugno le redini del gioco. Un’invasione di Collegno regala il 22-16, un’ispirata Decortes realizza il 24-17. Schlegel in parallela annulla la prima palla set ma Decortes realizza la seconda (25-18).

Inizio di quarto set a trazione bresciana. Villani e Decortes che guidano la Savallese sul 10-4, Collegno accorcia (11-8). Dailey in diagonale rimette in corsa la formazione di casa ma un ace di Brussino sigla il 12-10. Coach Mazzola ferma il tempo per far rifiatare le leonesse, ma Agostinetto pareggia i conti (13-13), completando la rimonta sabauda. Dopo uno scambio lunghissimo Villani trasforma di potenza il 15-13, e lo stesso mani out della schiacciatrice con la maglia numero 9 regala il 16-14. La Savallese aumenta il ritmo di gioco: Decortes manda a terra la palla del 19-15. Collegno resta in scia con Brussino (fast, 19-17), alla centrale piemontese risponde Villani. Un block di Veglia su Agostinetto realizza il 21-17 e nello scambio successivo Decortes realizza il 22-17. La Barricalla non molla la presa, Schlegel dai nove metri realizza il 22-19. Alla spagnola risponde Veglia (23-19), Collegno prova l’ultimo colpo di coda ma alla fine la Savallese porta a casa la vittoria.

DICHIARAZIONI

Queste le parole di coach Michele Marchiaro a fine match: “Vincere anche questa partita sarebbe stata la ciliegina sulla torta per coronare questa settimana meravigliosa. Purtroppo non ci siamo riusciti, anche se ci siamo andati molto vicino. Rimane il rammarico di non aver portato a casa il primo set, sarebbe stato molto importante, per quanto sapevamo che vincere sarebbe stato comunque difficilissimo vista la grande qualità tecnica di Brescia. Le avversarie hanno forse pagato la pressione dell’alta classifica, per questo nelle prime battute hanno concesso molti errori che purtroppo siamo riusciti a sfruttare solo fino ad un certo punto, risultando troppo poco freddi e cinici. Abbiamo invece affrontato molto bene il secondo set, pur vincendolo ai vantaggi con qualche rischio, visto che eravamo riusciti in precedenza a portarci sul 15-8. Poi nel terzo la reazione di Brescia è stata esemplare, con la squadra che ha sistemato la difesa e cominciato a forzare un po’ di più il servizio. Peccato per il quarto, perché siamo riusciti ad offrire un gioco di tenacia e difesa riuscendo a stancarle molto, commettendo tuttavia qualche errore di troppo accompagnato ad un dispendio di energie notevole, se si pensa che abbiamo effettuato un numero di attacchi impressionante, oltre duecento. Un gioco così dispendioso richiede un preciso rigore durante gli allenamenti che dovremo tenere ancora a lungo perché il campionato è giunto solo adesso al giro di boa, soprattutto per chi ha la possibilità di giocare i play off. Sarà fondamentale per noi ora gestire al massimo il riposo, l’alimentazione e soprattutto l’allenamento per tornare a focalizzarci pienamente sul nostro obiettivo in quanto non possiamo permetterci di sprecare inutilmente energie preziose. Usciamo battuti sul campo ma non mentalmente: abbiamo tenuto botta fino alla fine, anche in svantaggio abbiamo provato a recuperare reagendo anche sui set point avversari. Questo dev’essere per noi motivo di orgoglio e onore. Ora ci attende un breve periodo per rifocalizzarci sui nostri obiettivi: vista la posizione in classifica abbiamo il diritto e il dovere di pensare in grande, ma anche ricordare che non sono i 33 punti a renederci forti ma l’appartenenza a questo splendido gruppo. Per questo dobbiamo continuare a giocare il nostro campionato con umiltà e determinazione, cercando di restare il più possibile attaccati alla quota play off. Ora abbiamo un po’ di tempo per lavorare prima dell’importante match contro Rimini, in Coppa Italia, e del derby con Mondovì, in campionato, che vogliamo affrontare al massimo della motivazione”.