TABELLINO

Delta Informatica Trentino – Barricalla CUS Collegno Volley  3-1

(25-16; 22-25; 25-17; 25-20)

BARRICALLA CUS COLLEGNO VOLLEY: Fiorio 1, Gobbo 3, Agostinetto 15, Schlegel 13, Pastorello 7, Morolli 4, Lanzini (L), Brussino 3, Migliorin 2, Vokshi 1, Courroux, Fragonas, Poser.

All.: Michele Marchiaro Vice All.: Fulvio Bonessa

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Fondriest 12, Moncada 6, Fiesoli 16, Moretto 14, Kiosi 11, Dekany 10, Zardo (L), Antonucci 3, Michieletto 1, Moro, Carraro. Non entrate: Fucka. All. Negro.

ARBITRI: Luca Grassia, Emilio Sabia

DURATA SET: 23′, 29′, 25′, 29′. Tot: 1h46’

MURI: Collegno 6, Trento 8


Sconfitta per 3-1 per il BARRICALLA CUS COLLEGNO VOLLEY in trasferta sul campo della DELTA INFORMATICA TRENTINO nella quarta giornata di ritorno della Samsung Galaxy Volley Cup di serie A2 femminile. Prossimo incontro la prima giornata di Coppa Italia di serie A2, che si terrà mercoledì 24 gennaio ore 20,30 in trasferta sul campo della UBI BANCA SAN BERNARDO CUNEO. In campionato invece le cussine sararnno impegnato in una nuova trasferta; domenica 28 gennaio ore 17,00 giocheranno sul campo della SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA.

LA CRONACA (a cura dell’ufficio stampa della DELTA INFORMATICA TRENTINO)

Negro si affida allo starting six annunciato alla vigilia, con Moncada al palleggio, Kiosi opposto, Dekany e Fiesoli in posto-4, Fondriest e Moretto al centro della rete e Zardo libero. Il tecnico piemontese Marchiaro risponde con l’ex Morolli al palleggio, Agostinetto opposto, Schlegel e Fiorio in banda, Pastorello e Gobbo al centro e Lanzini libero.

L’avvio di partita è tutt’altro che spettacolare con entrambe le squadre che faticano a trovare il ritmo incappando in non poche sbavature in fase di attacco (5-5). Kiosi fatica ad entrare nel match e così ci pensano Fondriest con un ace e Dekany con una pipe a regalare un prezioso break alla formazione di casa (13-10). Moncada trova buone risposte da Moretto, Trento allunga ulteriormente con Negro che inserisce in posto-2 Antonucci per una Kiosi in affanno (18-14). Agostinetto continua a stentare (19-14), Fondriest e Fiesoli non perdonano e la Delta Informatica si avvia verso un finale di set in discesa con la centrale roveretana ancora protagonista, questa volta a muro (22-15). A chiudere i conti ci pensa Moretto, abile a sfruttare i suoi centimetri per firmare il 25-16 finale.

Negro conferma Antonucci in diagonale alla regista Moncada, mentre Marchiaro si affida a Migliorin per regalare maggiore esperienza alla sua squadra. Sono le centrali gialloblù Fondriest e Moretto a mettersi in evidenza in avvio di secondo set (6-6), con l’ex San Giovanni in Marignano che firma l’allungo trentino (10-7). Moncada trova in Fiesoli un punto di riferimento affidabile in attacco (15-12) ma l’ace di Pastorello e gli errori in attacco di Moretto e Antonucci consentono a Collegno di ritrovare la parità (16-16). Le piemontesi mettono il naso avanti con due attacchi filati di Schlegel (17-19), Agostinetto trova l’ace del 19-22 e Negro deve ricorrere al time out. Pastorello stampa Dekany (19-23) e si ripete poco dopo fermando anche la pipe di Fiesoli (20-24). Kiosi a muro tiene viva la speranza (22-24) ma Morolli ristabilisce la parità dei set con un attacco di prima intenzione (22-25).

Negro rilancia in sestetto Kiosi e la greca riparte con tutt’altro piglio rispetto al primo set andando a segno in attacco, a muro e al servizio e regalando alla Delta Informatica il primo significativo allungo della terza frazione (9-5). Collegno fatica a trovare soluzioni efficaci in attacco, Kiosi non si ferma e Marchiaro è costretto a ricorrere al time out (12-6) inserendo Vokshi per una spenta Agostinetto. Il turno al servizio di Pastorello consente alla Barricalla di accorciare (13-9) ma Fiesoli (attacco e muro) e Moncada (ace) rispediscono le piemontesi a distanza di sicurezza (17-10). Collegno non ha alcuna intenzione di mollare la presa, cresce a muro e con l’ace di Vokshi obbliga Negro a richiedere time out (19-15). La Delta si scuote con il muro di Kiosi, si sblocca anche Dekany (21-16) e per Trento, complice qualche omaggio di Collegno, è più semplice del previsto archiviare il set (25-17).

Sulle ali dell’entusiasmo la Delta Informatica Trentino parte con il piglio giusto anche nel quarto set (nella Barricalla c’è Brussino al centro al posto di Gobbo), allungando grazie all’errore in attacco di Agostinetto e ad un’ottima Silvia Fondriest, puntuale in fast ed efficace anche dalla linea dei nove metri (12-7). Tra le fila ospiti entra Courroux in regia, Trento continua a servire molto bene (ace di Fiesoli per il 15-10 e di Moretto per il 18-10) e con due attacchi di Dekany giunge sul 19-12. Fiesoli e Moncada strappano gli applausi di Sanbàpolis (23-17) con la Delta Informatica che corre spedita verso il successo (25-20, mani-out di Dekany).

DICHIARAZIONI

Queste le parole di coach Michele Marchiaro a fine match: “E’ stata una trasferta durissima, possiamo definirla spaccagambe. Scesi dal pullman avremmo trovato difficoltà anche ad affrontare un’amichevole e invece abbiamo dovuto affrontare una delle formazioni più forti del campionato, cioè Trento. Siamo riusciti a portare via un set, anche se, devo ammettere, non c’è mai stata la sensazione di poter portare a casa qualcosa di più. La vittoria è stata meritata. La Delta è la formazione che ha il servizio più incisivo di tutto il girone di A2; la nostra ricezione ha retto bene, tra l’altro a volte abbiamo ricevuto a due, abbiamo resistito all’impatto di questo servizio molto aggressivo, e da questo punto di vista abbiamo dimostrato solidità. Potevamo forse essere più incisive noi in servizio, ma questo avrebbe comportato un maggior numero di errore. In difesa abbiamo impiegato un po’ di più del solito a prendere il ritmo, ma poi abbiamo giocato la nostra solita partita molto tenace. Non è quindi un risultato negativo, non abbiamo portato a casa punti ma abbiamo giocato una buona prestazione di squadra. L’atteggiamento da parte di tutte è stato positivo, a volte si riesce a ribaltare il risultato, a volte no. Mi sento quindi di dare un giudizio positivo di questa partita, utile per il futuro. Quindi complimenti a tutta la squadra e allo staff per come è stata gestita questa difficile trasferta”.