GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – BARRICALLA CUS TORINO 3-2
(25-17 27-29 26-24 29-31 15-9)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Cella 12, Repice 22, Dalia 2, Melli 13, Frigo 16, Matuszkova 29, Maggipinto (L), Ghilardi. Non entrate: Giugovaz, Fucka, Trevisiol. All. Bracci.
BARRICALLA CUS TORINO: Mabilo 13, Morolli 2, Fiorio 9, Gobbo 5, Vokshi 23, Coneo 26, Lanzini (L), Martinelli 4, Agostinetto 2, Poser 1, Gamba, Camperi, Garrafa Botta. All. Marchiaro.
ARBITRI: Verrascina, Salvati.
DURATA SET: 22′, 35′, 33′, 42′ , 18′ ; Tot: 150′.

Una sconfitta indolore al tie-break contro Caserta e il contemporaneo insuccesso di San Giovanni in Marignano sul campo di Martignacco permettono al BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY di mantenere la terza posizione in graduatoria nella Pool Promozione della Samsung Volley Cup di serie A2 e di accedere, di diritto, alle semifinali playoff. Si tratta di un traguardo storico per la società cussina che nella passata stagione, dopo un’ottima annata, si era fermata ai quarti di finale. Gobbo e compagne, dunque, avranno due settimane per preparare al meglio il primo match di questa difficile serie che le vedrà impegnate contro la compagine che uscirà vincente nei quarti tra OMAG San Giovanni in Marignano e Zambelli Orvieto, due squadre ostiche che hanno mostrato tutto il loro valore nella prima fase e nella Pool Promozione.
Queste sono le parole di coach Michele Marchiaro al termine del match: “In vista di questo match avevamo due obiettivi: il primo, molto ambizioso, era quello di consolidare il terzo posto per accedere direttamente in semifinale, mentre il secondo era quello di non permettere a Caserta di qualificarsi alla fase a eliminazione diretta, in quanto questa squadra è ricca di talento e sarà una delle candidate a salire nella massima serie. Venendo alla prestazione delle ragazze e al risultato finale devo dire che sono molto soddisfatto per la gara disputata, soprattutto tenendo in considerazione la difficoltà di giocare in un palazzetto come quello di Caserta e il momento della stagione in cui siamo andati ad affrontare le campane. La prestazione di ieri è sicuramente il migliore biglietto da visita possibile in vista dei playoff, dal momento che quel punto che abbiamo conquistato ci ha dato ulteriore consapevolezza nei nostri mezzi. Abbiamo dato tutto ciò che potevamo dare, sia dal punto di vista fisico che mentale. Giocatrici, staff e società, fino a questo momento, hanno dato il massimo e l’importanza di questo traguardo raggiunto è enorme, ma è proprio in queste circostanze che viene richiesto un ulteriore sforzo per rendere ancora più straordinario ciò che è stato fatto. Questo terzo posto ci permette, inoltre, di avere qualche giorno in più per preparare al meglio il primo incontro delle semifinali, lavorando il più possibile sull’aspetto tecnico e fisico per arrivare nella migliore condizione possibile a questo appuntamento. Andremo ad affrontare la vincente della sfida tra San Giovanni in Marignano e Orvieto, di conseguenza non sarà una serie facile, a prescindere dall’avversaria che incontreremo”.