DELTA INFORMATICA TRENTINO – BARRICALLA CUS TORINO 3-0 (25-22 25-21 25-23)

DELTA INFORMATICA TRENTINO: Moncada 1, Fiesoli 11, Furlan 6, Tosi 11, Mc Clendon 11, Fondriest 11, Moro (L), Mazzon 4, Mason, Carraro. Non entrate: Vianello, Baldi, Mazzon. All. Negro.

BARRICALLA CUS TORINO: Martinelli 3, Morolli, Fiorio 11, Mabilo 9, Agostinetto 1, Coneo 16, Lanzini (L), Gobbo 4, Camperi 1, Poser, Vokshi, Garrafa Botta. Non entrate: Gamba. All. Marchiaro.

ARBITRI: Sessolo, Serafin.
NOTE: Spettatori 500.
Durata set: 27′,26′,28′.

Dopo cinque vittorie consecutive la cavalcata del BARRICALLA CUS TORINO VOLLEY si ferma in quel di Trento nel match valevole per la settima giornata di ritorno della Samsung Volley Cup di serie A2. Al Sanbapolis le trentine si impongono 3-0 su Gobbo e compagne, scavalcandole anche in classifica. Le cussine sono attese da due gare prima della chiusura di questa prima fase: in trasferta contro Montecchio dopo la pausa per la Coppa Italia, il 20 gennaio, e il 27 gennaio, al Pala Alpignano, contro San Giovanni in Marignano. Queste sono le parole di coach Michele Marchiaro dopo il match contro la Delta Informatica Trentino: “La partita si preannunciava difficile e così è stato. Trento ha giocato bene, soprattutto da un punto di vista caratteriale, e ha imposto il loro ritmo di gara. Noi non siamo mai riusciti a rompere questa inerzia e non siamo mai stati avanti nel punteggio. Abbiamo pagato le partenze a rilento in tutti i set e abbiamo faticato a recuperare lo svantaggio. Di positivo, però, rispetto alle altre occasioni in cui ci siamo ritrovati in difficoltà ho visto una crescita da parte dell’intera squadra. Abbiamo continuato a lottare e questo è un segnale positivo. Moncada, per quanto riguarda Trento, ha giocato molto bene. Per noi, d’ora in avanti, sarà importante continuare a salire di livello e di intensità in vista delle prossime due gare e soprattutto della Pool Promozione che sarà durissima anche perché la prima classificata di questo girone unico che andremo ad affrontare salirà direttamente in serie A1, mentre dalla seconda alla settima e non come si pensava inizialmente dalla seconda alla nona approderanno ai play-off, di conseguenza sarà fondamentale lo scontro diretto che avremo contro San Giovanni in Marignano all’ultima giornata di ritorno di questa prima fase. La prestazione, nel complesso, non è stata delle migliori, ma sicuramente non dobbiamo preoccuparci perché sono sicuro che con il duro lavoro torneremo a giocare al nostro migliore livello. Nella gara di ieri siamo stati poco incisivi in battuta e in ricezione non siamo rimasti ai nostri standard, mentre le nostre avversarie sono state molto più concrete in questi due fondamentali. Sfrutteremo la pausa per i quarti di finale di Coppa Italia per ritrovare le giuste energie fisiche e mentali.”