Parte con il botto il girone di ritorno della serie D per le giovani FuturMakers CUS Collegno. Con il favore del campo, sabato 8 febbraio hanno conquistato un deciso 3-1 sul MTV Fiorentini di Moncalieri.
Il primo set ha fatto capire subito il tenore della partita: punti lunghissimi, molteplici scambi e palle recuperate al limite dell’impossibile. Sia in campo sia tra la tifoseria si è fatta sentire la sensazione che la partita non sarebbe stata breve. Spesso punto-a-punto, le due squadre hanno giocato in equilibrio per tutto il set, portandosi alternativamente in vantaggio. Le cussine hanno trasmesso più volte la sensazione di vincere il primo parziale, anche grazie a qualche “bomba” di Adji Ndoye che ha sbaragliato (e ribaltato, nel senso più fisico del termine) le avversarie. Sul finale hanno prevalso le ragazze di Testona, 23-25.
Forse è stato un bene perdere il primo set? Forse sì, perché nel secondo tempo in campo, oltre a Giulia Verzini e compagne, è scesa una giocatrice in più: la voglia di vincere. Tanto che le ragazze CUS, con fiducia sempre crescente, si sono portate prima sul 10-6, diventato poi 16-9 e infine 18-9. Una leggera defaillance sul finale ha permesso a MTV Fiorentini di recuperare, arrivando a 22-19, ma lo scatto d’orgoglio cussino ha fatto il suo: 1-1. A seguire un terzo set svoltosi in maniera analoga, a parti invertite, ma con lo stesso finale del secondo: vantaggio delle moncalieresi, riprese dalle giovani collegnesi che chiudono 27-25.
Se nel girone d’andata la giovanissima età delle FuturMakers è apparsa talvolta come uno svantaggio, nel quarto set ha dimostrato invece il suo aspetto positivo: pur nella fatica generale, le ragazze CUS mediamente di 10 anni più giovani, sono riuscite a tenere il ritmo rispetto alle avversarie, visibilmente stanche. Nulla è stato lasciato: palle “sporche”, punti precari, bombe degli opposti e delle bande, rigori delle centrali… tutto andava bene pur di vincere. Epilogo trascinante per la squadra e per la tifoseria: 25-21 e +3 punti in classifica.
Sapevamo che le ragazze avrebbero giocato diversamente la seconda parte del campionato” commenta l’allenatrice Debora Garnero, che prosegue “Tutte le squadre sono in evoluzione ma se le avversarie sono spesso più mature e già complete nella loro formazione sportiva, le nostre ragazze sono invece sono in cammino. In ogni partita apprendono qualcosa di nuovo, per cui il loro gioco è in continua crescita”.
Prossima appuntamento sabato 15 febbraio a Marene alle 20,30 (Palestra Comunale, Via Trieste 9) contro il Volley Marene, oggi in sesta posizione nella classifica generale.