Dopo la bella e piena vittoria della scorsa settimana sul MTV Fiorentini di Moncalieri, il FuturMakers CUS Collegno nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie D femminile, girone B, si è arreso in trasferta contro il Volley Marene. Il match, disputatosi sabato 15 febbraio alle ore 20.30 presso la Palestra Comunale di Marene, si è chiuso con il punteggio di 3-0 in favore delle padrone di casa (25-14, 25-17, 25-19). Anche all’andata le giovani ragazze di coach Debora Garnero e Michele Dalmasso si arresero con lo stesso risultato, ma si trattava pur sempre del secondo incontro ufficiale in una categoria mai affrontata prima, per di più con avversarie nettamente più grandi da un punto di vista anagrafico e anche sabato scorso la netta differenza di età e i troppi errori hanno giocato un ruolo determinante.

Dopo aver ottenuto punti per quattro gare consecutive si è interrotto, momentaneamente, l’ottimo momento delle cussine. La nota più positiva dell’ultimo match disputato riguarda l’andamento stesso della partita: come già detto in precedenza la sconfitta è netta, ma i singoli parziali di ogni set testimoniano il fatto che ci sia stata una reazione di tutto il collettivo. Bisognerà ripartire anche da questo aspetto, cercando al tempo stesso di limitare gli errori-punto che sono stati troppi per i soli tre giochi disputati.

“Abbiamo commesso venticinque errori-punto – dichiara coach Debora Garnero – e non possiamo permetterceli. Non abbiamo disputato un bell’incontro. Siamo state un po’ troppo disattente sui fondamentali, soprattutto di seconda linea. Al tempo stesso, però, non dimentichiamoci che Marene fino a un paio di giornate fa ha occupato i piani alti della classifica, oscillando tra il terzo e il quarto posto, e soltanto ultimamente si è trovata catapultata in sesta posizione in graduatoria. Venendo al match, mi sento di dire che l’andamento dei set e dell’incontro è stato costante. Abbiamo subìto le loro buone partenze in tutti e tre i giochi e nonostante qualche nostro buon break al servizio non siamo riuscite a concretizzarli nel migliore dei modi. Siamo state troppo discontinue, di conseguenza la sconfitta è giusta. In settimana ci focalizzeremo molto sulla correlazione muro-difesa, anche in vista del difficile match che ci attende sabato sera contro la capolista Safa 2000. Mi aspetto una drastica diminuzione degli errori da parte delle mie ragazze. La gara sarà molto complessa, ma sono sicura che entreremo in campo con maggiore concentrazione e determinazione”.

La prossima giornata il FuturMakers CUS Collegno affronterà tra le mura amiche la Safa 2000, capolista a quota 37 punti con il Minimold Balamunt. Appuntamento per sabato 22 febbraio alle ore 19.00 presso la Palestra CUS di via Braccini 1.